Mood&People

I Luoghi del Cuore tra ricordi e nostalgie

21 giugno 2016

Luoghi del cuore - Sentiero per la valle della luna

La Grande Bellezza dei Luoghi del Cuore

Esistono rifugi nella nostra memoria, i Luoghi del Cuore, dove di tanto in tanto torniamo con nostalgia per ritrovare pace, rivivere emozioni e ravvivare ricordi. Sono luoghi speciali, intimi e profondi che custodiamo gelosamente.

I Luoghi del Cuore sono posti dove siamo stati, magari tanti anni fa e dove abbiamo lasciato un pezzo di noi. Mi piace pensare, forse ingenuamente, che come noi ci portiamo dentro i Luoghi del Cuore, viceversa anche loro si portino dentro un po’ di noi, e che ci riconoscano quando col pensiero li andiamo a trovare.

Non posso allora che interrogarmi su questo punto e il pensiero corre subito a un bellissimo passaggio de “La mia Africa” di Karen Blixen nel quale l’autrice si chiede se l’Africa si ricorderà di lei allo stesso modo con cui Karen pensa al Continente Nero.

“Ora io so una canzone dell’Africa – pensavo – una canzone della giraffa e della luna nuova sdraiata sul dorso, dell’aratro nei campi e dei visi sudati degli uomini che raccoglievano il caffè – ma sa l’Africa una canzone che parla di me? Vibra nell’aria della pianura il barlume di un colore chi io ho portato, c’è fra i giochi dei bambini un gioco che abbia il mio nome, proietta la luna piena, sulla ghiaia del viale, un’ombra che mi somiglia, vanno in cerca di me le aquile del Ngong?”

Nei Luoghi del Cuore alberga talvolta la malinconia, si sente un profumo che forse non potremmo più annusare, si ascoltano parole sussurrate e voci familiari che, anche quelle, chissà se le udiremo ancora?

I Luoghi del Cuore sono volti, immagini, colori, sapori. Sono emozioni forti, lacrime al tramonto, risate sfrenate, brezza mattutina, fuoco del camino e vento della sera.

Nei Luoghi del Cuore mani rugose e stanche ti accarezzano le guance, occhi profondi e buoni ti scrutano da lontano, gonnelle nere che odorano di limone grattato ti sfiorano la notte, parole di conforto o anche semplici saluti ti fanno compagnia.

Parco di città - Sassari

Parco di città – Sassari

Il Luogo del Cuore è una strada deserta in un pomeriggio d’estate, una panchina nel parco di città tutta ricoperta di foglie scarlatte, un olivastro in aperta campagna da cui si scorgono, piccole, le case, un giardino abbellito dai vasetti di basilico e rosmarino.

Nei Luoghi del Cuore i panni bianchi sono stesi al sole, il vento trasporta il canto di una donna che cammina, le impronte sulla sabbia durano un secondo prima che la schiuma del mare se le porti via.

Castelsardo

Castelsardo

Così è nata l’idea dei Luoghi del Cuore

L’ispirazione per questo articolo mi è venuta dopo aver letto un volume a cura del FAI, “I Luoghi del Cuore. L’Italia scelta dagli Italiani”, edizione Rizzoli, il cui tema è ovviamente quello della salvaguardia di luoghi preziosi ed esposti all’abbandono.
In particolare mi hanno colpito alcuni passaggi della prefazione scritta da Andrea Carandini, presidente del FAI.

“I luoghi sono come la lingua degli occhi. E come la scrittura è un arabesco su un foglio, i luoghi sono il foglio della natura su cui l’uomo ha disegnato mondi a sua misura. Non vi è identità di pensiero al di fuori di una lingua, né vi è identità di vita al di fuori del cielo e della terra della Patria”.

Tuttavia galeotta fu l’introduzione di Giulia Maria Mozzoni Crespi, fondatrice e presidente onoraria del FAI, che chiedendo cosa siano i Luoghi del Cuore mi ha indotto alla riflessione.

“Che cosa sono i Luoghi del Cuore? E’ come se infinite piccole fiammelle venissero accese nelle città, nei paesi aggrappati alle colline, lungo le frastagliate coste, attraverso le pianure, in mezzo agli alberi dei boschi, lungo i fiumi, fiammelle lucenti di una chiesa, sopra le montagne, attorno a un monumento antico, al centro di un giardino profumato ma anche in un panorama intravisto da una terrazza o da un balcone…”

Ponendomi anche io lo stesso interrogativo, ma allargando ulteriormente i significati ascritti ai Luoghi del Cuore, ho pensato di chiedere aiuto ai lettori di Sardinia Mood. La risposta è stata forte con numerosi contributi giunti tramite e-mail, facebook e instagram. Ho chiesto alle persone di mandarmi la foto di un Luogo del Cuore accompagnata da una didascalia, una frase o un pensiero. Non posso pubblicarli tutti in questo articolo perché non ci starebbero. Sono dunque costretto a selezionarne solo alcuni, per il momento. Ogni contributo ricevuto è unico, prezioso, importante!

I vostri Luoghi del Cuore

Da buon padrone di casa apro io le danze con il mio Luogo del Cuore. Si tratta di una roccia a forma di sedia davanti al mare che si trova a Santa Reparata, vicino a Santa Teresa di Gallura. È la mia poltrona sul mare! Quando lavoravo a Capo Testa, nelle ore libere, andavo spesso lì a leggere un buon libro, in compagnia delle onde e del vento e se potevo ci rimanevo fino al tramonto. Tutte le volte che torno a Santa Teresa, faccio sempre un salto a salutare la mia roccia, come ho fatto anche l’altro giorno.

I miei Luoghi del Cuore - Santa Reparata

Il mio Luogo del Cuore – Santa Reparata

Sempre in quella zona, poco più avanti, a Capo Testa si trova il Luogo del Cuore di Elisa che tutte le estati, appena arriva in Sardegna, fa tappa al Faro e saluta il mare, quasi per scaramanzia, quasi fosse un rito propiziatorio.

I Luoghi del Cuore di Elisa - Faro di Capo Testa

Il Luogo del Cuore di Elisa – Faro di Capo Testa

Monia D’Anselmi nel descrivere il suo Luogo del Cuore si lascia trasportare dai versi che le nascono spontanei.
“Roccia e mare. Qui più che;altrove terra e mare sembrano cuciti insieme dallo stesso destino…scriveva F.de André. Era l’inizio stagione di otto anni fa, quando per inaugurare il periodo lavorativo eravamo soliti uscire in gommone per andare a fare un giro a largo delle Bocche di Bonifacio, fin sotto la scogliera, bianca, frastagliata e a picco sul mare diamante che si vede da Capo Testa.
La Corsica guarda la Sardegna.
Un dialogo eterno tra di loro attraverso acque smeraldo, silenti.
Un luogo che ho dentro l’anima.
Perché immaginavo anch’io di poter parlare con te in quel modo.
Essere fluida, come l’acqua … libera”.

I Luoghi del Cuore di Monia - Bocche di Bonifacio

Il Luogo del Cuore di Monia – Bocche di Bonifacio

Sulla stessa lunghezza d’onda Giuseppe Antonio Leo quando parla di Locorotondo, il suo Luogo del Cuore.
“Un bianco accecante in cima a uno degli ultimi contrafforti che della Murgia barese sfumano via via verso l’Adriatico. Locorotondo apre le porte del proprio borgo frizzante (come la sua arietta da collina), rinnovato ma autenticamente ancorato alla tradizione. Un salotto gentile e sempre più affollato nelle notti di mezza estate. E non solo. Le strette viuzze fanno da meraviglioso contraltare alla bellissima vista sul comprensorio che si estende verso le vicine Martina Franca da un lato, e Fasano dall’altro. Per non parlare dei trulli allegramente disseminati nelle contrade che si incrociano appena usciti dal centro storico e che rappresentano l’essenza popolare di questo borgo che, sebbene incastonato a metà strada tra spiagge e mare da favola (Polignano a Mare, Monopoli) e folklore squisitamente pugliese (Alberobello), custodisce gagliardamente la propria anima e la restituisce fiera a chi si ferma a osservarla durante il viaggio nel Tavoliere.”.

I Luoghi del Cuore di Giuseppe Antonio

Il Luogo del Cuore di Giuseppe Antonio

Tornando al mare Luigi Gabriele Vitiello ricorda il suo forte legame con l’isola di Ponza.
“Questo è il mio Luogo del Cuore. Un posto che ha visto cambiare me ed io ho visto cambiare lui con il passare delle mareggiate. Qui ho imparato a nuotare e qui ho passato la mia infanzia”

I Luoghi del Cuore di Luigi Gabriele Vitiello - Isola di Ponza

I Luoghi del Cuore di Luigi Gabriele Vitiello – Isola di Ponza

Per Naty il Luogo del Cuore è invece nel suo paese, a Sedilo.
“Questo é un posto che ho nel cuore, e che porterò sempre con me. La veduta del Lago Omodeo vista dal Santuario di San Costantino. Un posto dove tutti i pensieri vanno via, dove io trovo sempre un senso di pace e serenità. Ogni volta che ho bisogno di staccare la spina basta andare li e la mente si libera”.

I Luoghi del Cuore di Naty - San Costantino

Il Luogo del Cuore di Naty – San Costantino

Simona Vitali rintraccia il suo Luogo del Cuore nel lago Santo parmense, il più vasto lago glaciale della provincia di Parma e dell’Emilia-Romagna.
“La salita lungo il bosco di faggio per raggiungerlo rappresenta simbolicamente il passaggio tosto della mia vita in quel momento, la fatica. L’arrivo è la risposta.
Uno splendido gigante specchio d’acqua dal caratteristico colore verde bottiglia fa capolino fra una cornice rassicurante di alberi, come in un nido. E’ la quiete, la pace ritrovata ancora una volta.”

I Luoghi del Cuore di Simona Vitali - Lago Santo Parmense

Il Luogo del Cuore di Simona Vitali – Lago Santo Parmense

Marco Soundz vola con la mente in Turchia e vuole ricordare la Istanbul del 2013, nel periodo delle rivolte di piazza Taksim con la celebre frase di Martin Luther King “A riot is the language of unheard”.

I Luoghi del Cuore di Marco Soundz - Istanbul

Il Luogo del Cuore di Marco Soundz – Istanbul

E dopo un breve salto all’estero eccoci di nuovo a casa, in Sardegna, con il Luogo del Cuore di Francesca Cois.
“Le pentole colorate nella parete della casa dei miei nonni, ormai mia, ad Assolo, un piccolo paesino della Marmilla. Il profumo non può che essere quello del camino acceso e del maialetto che cuoce al fuoco. Ernesto 100 anni festeggiati in quella casa, Teresa scomparsa 9 anni prima, hanno lasciato tutto al loro posto e lì tutti quelli che conoscono la loro casa, in quella parete, in quelle pentole, li rivedono.”

I Luoghi del Cuore di Francesca Cois - La casa di Assolo

Il Luogo del Cuore di Francesca Cois – La casa di Assolo

Bene, questi sono i primi Luoghi del Cuore. Quanti ricordi e quante emozioni racchiuse in pochi scatti e riassunti in una manciata di parole! Ognuno ha cercato di dare la sua interpretazione al proprio Luogo del Cuore, facendo emergere sfumature marcatamente uniche.  I Luoghi del Cuore sono tanti e meravigliosi ma aspetto ancora di conoscere il tuo! Quindi se ce l’hai e sono sicuro di si, mandami una foto e una piccola descrizione, così da poterlo inserire nel prossimo pezzo 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Lu Brandali. Il fascino misterioso di un’antica civiltà

Lu Brandali luogo misterioso sospeso tra la roccia e il mare La Sardegna, isola a tratti spigolosa e dal…

Chiudi