Germania

10 cose strane di Berlino che ti stupiranno

26 agosto 2018

Vademecum delle 10 cose strane di Berlino che non ti aspetti

Berlino è una città enorme, dinamica, creativa, inclusiva, in perenne fermento. Quando sei qui non puoi non pensare “ok, sono in Europa”. Se esiste davvero un’Europa a 2 velocità, ed esiste, Berlino fa certamente parte di quella che va a 1 milione all’ora.
Forse, anche a causa del recente passato, in tanti pensano che Berlino sia una città triste, fredda, grigia, depressa.

Niente di più sbagliato.

Anzi tutto il contrario! Ma ecco le 10 cose strane di Berlino che vi stupiranno.

1) 10 cose strane di Berlino: è una città verdissima

Berlino è davvero la metropoli più verde che abbia mai visitato. Ricca di alberi, fiori e parchi in cui passeggiare e rigenerarsi, a Berlino convivono 2 anime: quella super moderna e tecnologica degli enormi palazzi e quella green, più legata alla terra, data proprio dai parchi.

Imperdibile il Tiergarten, il Central Park di Berlino, ma anche il parco di Tempelhof, un aeroporto dismesso, oggi trasformato in parco, che io però non ho fatto in tempo a visitare. Appuntamento rinviato alla prossima capatina in città  😛 

10-cose-strane-di-berlino

10 cose strane di Berlino che ti stupiranno: è incredibilmente verde

2) 10 cose strane di Berlino: è colorata

Altro che città grigia! I colori a Berlino ci sono eccome! È pienissima di murales e graffiti, oltre al muro lungo 1,3 km della East Side Gallery, interamente ricoperto di murales, ci sono quartieri come Kreuzberg dove tutto o quasi è graffitato, dipinto, spennellato, alternativo. Inoltre Berlino è una città al 100% gay friendly per cui fuori da tantissimi locali si possono scorgere sventolare le allegre bandierine arcobaleno.

Il-bacio-muro-berlino

Il bacio fraterno. Simbolo iconico dei tanti murales che ricoprono la East Side Gallery

3) 10 cose strane di Berlino: si fuma nei locali

Ebbene sì, a Berlino, in diversi locali si fuma dentro. Non chiedetemi come tutto ciò sia possibile ma è così, non ci volevo credere nemmeno io. Ma a noi, di vietare il fumo nei locali, non ce lo chiedeva l’Europa??? Attendo una risposta…

4) 10 cose strane di Berlino: le bottiglie non si buttano nei cestini

Le bottiglie in vetro, a Berlino, non si buttano nei cestini della spazzatura ma si lasciano per terra vicino ai bar. Il motivo è semplice: i poveri della città passano, le raccolgono e le portano negli appositi centri di recupero in cambio di denaro per ogni pezzo conferito. Ho visto gente peregrinare a caccia di bottiglie!

5) 10 cose strane di Berlino: nella metro non esistono i tornelli

Per utilizzare la metro di Berlino, che consta di ben 10 linee, bisogna acquistare il biglietto (costo 2,80 € a corsa) e validarlo nell’apposita obbliteratrice. Da quel momento il ticket ha validità di 2,30 ore e consente di prendere qualsiasi mezzo purché vada nella stessa direzione. Occhio ai controllori in borghese che sembrano dei veri e propri buttafuori. Non fateli arrabbiare  😆 

6) 10 cose strane di Berlino: la simbologia

La metropolitana, che in tutto il mondo è indicata con la M bianca su sfondo rosso, a Berlino è simboleggiata dalla U (scritta bianca su sfondo blu) quella sotterranea e dalla S (scritta bianca su sfondo verde) quella superficiale.

A proposito di simboli se, invece, avete bisogno di una farmacia non cercate la F verde col serpentino, come ho fatto io, ma la A rossa, perché qua la farmacia si chiama Apotheke.

Resterete inoltre colpiti dai semafori che raffigurano simpatici omini colorati. Ah, per i pedoni non esiste l’arancione per cui si passa dal verde al rosso in un secondo, dunque affrettatevi ad attraversare.

Metro di Berlino. Fermata di Alexander Platz

Metro di Berlino. Fermata di Alexanderplatz

Il simbolo della farmacia in Germania

Il simbolo della farmacia in Germania

I semafori di Berlino

I semafori di Berlino

7) 10 cose strane di Berlino: ciclisti al comando

Berlino è percorsa in lungo e in largo da una quantità assurda di ciclisti che sfrecciano come saette sulle piste a loro dedicate. Questi ciclisti hanno l’assoluto dominio delle strade, rispettano la segnaletica ma, al contempo, non tollerano intralci! Quindi sappiate che se per sbaglio vi trovate a camminare sulle piste ciclabili preparatevi a scampanellate violente e insulti di ogni tipo.

L'esercito dei ciclisti di Berlino

L’esercito dei ciclisti di Berlino

8) 10 cose strane di Berlino: è piena di api

Se siete allergici alle punture delle api, portatevi sempre appresso almeno l’antistaminico. Berlino è infatti invasa da api, forse per il tanto verde. Io le ho viste praticamente ovunque, anche dentro i bar, nelle vetrine dei dolci. Impressionante  😯 

9) 10 cose strane di Berlino: il nudismo diffuso

Se vi dovesse capitare di aggirarvi nei pressi di qualche laghetto all’interno dei parchi non stupitevi davanti a persone completamente nude come mamma le ha fatte. A Berlino non è scandaloso anzi è normale. Anche nella maggior parte delle SPA e dei centri benessere si sta nudi. A proposito, mi hanno consigliato di provare la Vabali, pare sia un vero e proprio paradiso rigenerante, ma non ne ho avuto il tempo. Alla prossima mi tocca fare anche questa  😀 

10) 10 cose strane di Berlino: è ricca di punti panoramici per il tramonto

Berlino è posta in piano eppure da numerosi punti panoramici è possibile ammirare la città. Il più celebre di questi è senz’altro quello della Torre della televisione ma esistono tanti altri rooftop, per esempio quello del Park Inn hotel, al 40imo piano, o quello del klunkerkranich. In alternativa c’è anche la gettonatissima cupola del Bundestag o quella del Duomo. Insomma Berlino è piena di risorse, queste sono solo le prime 10 cose che mi vengono in mente in questo momento ma ce ne sarebbero tante altre da raccontare  🙂 

Il Tramonto visto dal Park Inn Hotel

Il Tramonto visto dal Park Inn Hotel

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Nuraghe Sardegna
Ciak si gira: la bella Sardegna è un set a cielo aperto

La bella Sardegna e gli insoliti colori di un’estate frizzantina In questa pazza estate, dove ogni pomeriggio è buono…

Chiudi